Thursday, July 24, 2014

Per strada e senza paura...


Churros con crema di latte


Tapioca con cocco


Frutta tropicale mista: banana, lime, carambola e guarana'... o cosi' almeno credo... ;)
 

A protezione della citta', a diletto pubblico: quando un terzo di trinita' si fa statua...










Tramonto sulla spiaggia di Ipanema, Rio de Janeiro




Sulle detenute nelle carceri italiane

"lavorare con le donne e' complicato. Molte di loro hanno situazioni terribili e non e' semplice ricostruire le loro storie. Soprattutto nel caso delle donne rom che entrano ed escono dal carcere, con figli sparsi ovunque e mariti che spesso stanno scontando la pena in altri istituti. A Solicciano le straniere sono 48 su 102. Provengono da venti Paesi diversi, primi tra tutti Romania, Cina e Bosnia"

"lo Stato spende circa 130 euro al giorno per ogni persona reclusa, contro i 20 necessari, solo per fare un esempio, per il mantenimento di un soggetto in affidamento sociale"

"Per un uomo [che esce dal carcere dopo aver scontato una lunga pena detentiva, ndr] e' piu' semplice. Loro a cinquant'anni riescono a rifarsi una vita, una famiglia, a trovare una nuova compagna. Per noi donne e' piu' complicato. Vuoi per i pregiudizi della societa' in cui viviamo, vuoi per il fatto che vedere il nostro corpo che invecchia ci impedisce di rimetterci in gioco"

"Nel 2011, per il personale sono stati spesi 2,3 miliardi di euro, 55 milioni per le infrastrutture (ammodernamento, manutenzione e restauro degli istituti) e appena 5,884 milioni per le condizioni dei detenuti: formazione, istruzione, lavoro e vitto. Dati su cui e' bene riflettere"


Tratti da "Mamma e' in prigione", di Cristina Scanu. Un libro da leggere.

Spiaggia di Copacabana, Rio de Janiero, Brasile











Sunday, July 20, 2014

13 anni dopo...



Era un dover esserci e tu come noi non ti sei tirato indietro. Era luglio, faceva caldo e a Genova era alta la tensione. Eravamo lì per manifestare il nostro dissenso ad un mondo globalizzato dalle multinazionali e dal Dio capitale. Eravamo lì per farci sentire e lo Stato ci ha sentito: per tutta risposta ha lasciato il tuo corpo insanguinato a terra, esanime. A sparare un ragazzino 20enne insano di mente in divisa, la divisa dei maiali. Sono passato tredici anni e il tuo nome è diventato leggenda, il tuo omicidio un simbolo. Sono passati tredici anni e mi chiedo: se non fossimo stati lì, quel 20 luglio del 2001 a Genova, oggi che mondo sarebbe? Migliore? Peggiore? Uguale? In Europa giocano ancora alla Guerra fredda, a Gaza i sionisti massacrano i bambini: fanno pagare ai palestinesi quello che in Germania i nazisti hanno fatto loro. Non è cambiato molto, le mie idee sono ancora le stesse, solo che con l'avanzare dell'età troppi compromessi bisogna accettarli e la cresta ha dovuto cedere il posto alla pelata: dettagli. "Carlo è vivo e lotta insieme a noi, le nostre idee non moriranno mai!" sento ancora gridare ai cortei.
Non sei morto invano Carlo. Un caro saluto, un saluto a pugno chiuso: viva la rivoluzione!

Good guys go to heaven, bad guys go to Brazil...




Bene: è così me ne vado, torno a camminare con lo zaino in spalla e macinare chilometri d'asfalto. Ci vediamo a settembre gente, godetevi l'estate!

p.s. Se dovessero bombardare l'aereo anche a me o per altre cause non dovessi riportare la pellaccia a casa fatemi un unico favore: tenete a mente che vi ho (quasi) sempre voluto bene. 

Friday, July 18, 2014

Ciondolavo per il fiume quando vidi due anatre amoreggiare...



Fiume Fiastra, provincia di Macerata












Forse dovremmo rivalutare il fascino del risalire i fiumi...

Thursday, July 17, 2014

Turismo a Macerata



"Che dire…Macerata è una bella città, piccola, a misura d’uomo, che offre viste favolose sulle colline intorno, luoghi interessanti ed emozionanti a pochi km., il mare non troppo lontano e i Monti Sibillini a portata di mano. Tradizioni culinarie da leccarsi le dita, tradizioni artigianali che diventano eccellenza (date un’occhiata al Laboratorio La Tela), tradizione universitaria che rende la città viva e giovane e un affermato fermento culturale…non è difficile capire il motivo per cui la qualità della vita qui è tra le migliori d’Italia."

Fonte:
http://www.vivolitalia.it/2014/07/15/macerata-sferisterio/

Dipendenze 2.0


Wednesday, July 16, 2014

Fanculo la qualità, godetevi il contenuto!




19 minuti di docu-video sul centro sociale "Virus" in via Correggio 18 a Milano e sui punx milanesi degli anni ottanta...

"Punx, creatività e rabbia - Punk italiano Milano 1984"
https://www.youtube.com/watch?v=qWv0lJohBR4

Esiste e resiste: viva i circoli, viva la Casba!



Se capiti a Macerata vai a visitare lo Sferisterio, la piazza in discesa, l'Università, il museo della carrozza, lo Stadio dei pini, i Giardini Diaz, il circolo garibaldino "Giardinetto" e... il pro-Cairoli "Casba"!

"Grazie a questo luogo, nel dopoguerra e fino qualche decennio fa, le persone in difficoltà non venivano abbandonate: il “fondocassa” era destinato anche ad aiutare quelli che avevano perso il lavoro, o che erano stati colpiti da disgrazie familiari. Qui si svolgeva un ruolo sociale quindi, dando una risposta collettiva e solidale alle difficoltà che la vita può riservare. La solidarietà è un tratto caratterizzante, irrinunciabile per il circolo: siamo una comunità dove ci si aiuta e si sta insieme. D’altronde questo circolo, che è un circolo ARCI, tra le altre cose, naturalmente porta i segni di una chiara tendenza politica, storicamente dovuta anche al fatto che qui, a pochi passi, c’era uno storico circolo comunista che portava addirittura il nome di Antonio Gramsci. I circoli esistono per questo, non al solo scopo di fare profitto: se ci sono degli utili si investono sempre per l’associazione."

Fonte:
http://www.vialiberamc.it/2014/07/16/circolando-2-la-“casba”-la-periferia-che-resiste/

La comunità anarchica di Spezzano Albanese (Cosenza)

Gru.C.A. onlus Macerata: i nostri due volontari S.V.E. sulla cronaca locale di Burgos

Bisogna pulire...





“La pulizia mi fa schifo, mi spaventa: mi riporta alla memoria cose come ‘pulizia etnica’”

Frederick E. Boznal

Thank you, Edward...




Said, Orientalism, Palestine, and Gramsci...

“Edward Said on Orientalism”
https://www.youtube.com/watch?v=fVC8EYd_Z_g

Tuesday, July 15, 2014

Già solo dal titolo...





"Giappone - Dai Samurai a Mazinga"
Treviso, 11 ottobre 2014 - 22 febbraio 2015

Info:
http://www.laviadellaseta.info/