Tuesday, April 22, 2008

Starving... Sudan 1994


Un avvoltoio e una bimba morta per fame mentre faceva la fila per la distribuzione del pasto, durante la grande carestia in Sudan del 1994. Autore della foto e vincitore del premio Pulitzer 1994 il giornalista inglese Kevin Carter, morto suicida poco tempo dopo.

2 Comments:

At 11:40 AM, Blogger GregZ said...

qui (come in altri 1000 casi) c'è la professione che vince sull'uomo....quando la professione è il primo istinto,...a freddo, poi, fai i conti con l'uomo...
..foto di cui nn si sentiva il bisogno, sappiamo che la gente muore di fame nel terzo mondo, schiaffarcela in faccia con tutto questo orrore nn ci sensibilizza, ci allontana forse...
ennesimo prodotto della drammatizzazione e spettacolarizzazione di cui l'informazione, e chi la documenta, sono diventati schiavi..

fotografie di un impatto devastante,un lavoro (fotoreporter di guerra) che mi colpisce e mi affascina, ma che nn sarei mai capace di fare....

questa è la mia bro,..la tua??

 
At 12:24 PM, Blogger Massaccesi Daniele said...

sì sì, dite tutti così voi fotografi, poi al primo viaggio in terra di guerra, se vi capita di beccare uno che salta in aria su una mina e squartato a terra vi tende la mano voi gli scattate la foto, poi via a venderla in europa per migliaia di euro e di pulitzer vari...
scherzo bro. il tema è di non facile soluzione e nemmeno interpretazione. magari il fotografo al tipo che salta in aria su una mina o alla bimba semi morta di fame non può fare molto, e forse una fotografia che smuova la coscienza nei paesi ricchi è il più grande contributo che possa dare. non so, difficile dirlo. quando vai a toccare questioni di etica del genere, non è facile dire qualcosa di sensato...
proviamoci

 

Post a Comment

<< Home