Thursday, October 30, 2008

Vergogna Italia!

Chiudono le frontiere e le aprono solo a quelli che mesti serviranno la nobile causa del capitalismo nelle acciaierie della Thyssen Krupp, al posto dei calabresi bruciati vivi. Chiudono i fondi all'istruzione e li apriranno solo per andare a gonfiare la ricerca serva di fabbriche di morte. Chiudono le porte ad ogni opposizione, aprendole solo a quella che rinforza, rinvigorisce e porta consenso al pensiero dominante. Chiudono. Con arroganza. Antipatia. Innalzano muri. Muri su muri. E come diceva Assata Shakur "a wall is just a wall and nothing more at all. It can be broken down", "un muro e' solo un muro e nient'altro. E puo' essere abbattuto".

A me in questi casi dispiace esser tanto lontanto dall'Italia, da Roma, dal Circo Massimo, da Piazza Navona, da Montecitorio. Un muro e' solo un muro, una manganellata e' solo una manganellata, non puoi morire senza averne presa una (o una ventina. Come e' successo a qualcuno che conosco io...). Studenti e studentesse, ogni sorpurso, ogni arroganza, tutto ha un limite: andate a riprendervi le vostre scuole, il vostro diritto all'istruzione, riprendetevi la dignita' e tenevetela stretta, non fatevela inculare dalla prima velina di turno che posa il culo sulle poltrone del potere! E che i cittadini con ancora un po' di cervello scendano in strada e nelle piazze a reclamare un po' di dignita'! O ancora una volta saremo costretti a pensare che un popolo puo' solo eleggere il governo che si merita: di merda!

Fascisti vestiti da poliziotti e poliziotti vestiti da fascisti... che genio di statista Cossiga!

http://it.youtube.com/watch?v=dzSs2nCpDsw&feature=email

http://it.youtube.com/watch?v=NYfdPdV66f0&feature=email

4 Comments:

At 11:22 AM, Blogger 旷必野 said...

Speriamo nella Rivoluzione, speriamo nella Rivoluzione, speriamo nella Rivoluzione...

giovedì scorso abbiamo incontrato il nano. Non l'ho insultato per l'atteggiamento che ha avuto verso la comunità d'affari italiana in Cina. Lo meritava, ha tenuto un comizio politico e ha dimostrato di non essere al corrente delle problematiche che i connazionali hanno in questo Paese. Non gli ho lanciato in testa la bottiglietta d'acqua che mi avevano concesso di portare nella saletta. E' un rimpianto che mi rimane, e una vergogna.

Ma almeno non gli ho battuto le mani, come hanno fatto gli altri.

Speriamo nella Rivoluzione...

 
At 11:09 PM, Blogger Azzurro said...

定期释放下社会压力, 比积攒到一定程度整个社会爆炸强。对意大利同学的战斗力表示肯定

 
At 1:19 PM, Anonymous ChiaRa said...

Apprendo leggendo il tuoi blog, suppongo sia un bene...

Buonissimo post!

 
At 8:07 PM, Anonymous Anonymous said...

Perche non:)

 

Post a Comment

<< Home