Thursday, February 16, 2012

"让大鼻子围着我们转才好"




Se vi piacciono i film di guerra allora l’ultimo capolavoro di Zhang Yimou, “The Flowers of War” è cioè che state cercando.
È la comicità nella tragedia, il profano nel sacro, Hollywood nel cinema cinese. Il carnevale dell’orrore, la macelleria al potere. Una triste pagina della storia umana. E Christian Bale che all’inizio sembra più un vero occidentale nella Sanlitun di oggi che un falso prete nella Nanchino degli anni trenta.
Dopotutto, anche da qualche parte nella Bibbia trovi scritto di vino e prostitute nel tempio.
E bravo il compagno Zhang.