Wednesday, March 19, 2014

La prostituzione cinese in Italia


“E’ nato così un giro di prostituzione coatta di clandestine, caratterizzato dal ruolo di primo piano delle donne, tutte provenienti dalla medesima regione. Le sfruttatrici affittano le case, gestiscono i rapporti con i clienti (generalmente italiani), controllano il denaro. Appaiono stretti i contatti fra le diverse case, così come dimostrano le intercettazioni telefoniche, e frequente il ricambio delle ragazze controllate, le quali difficilmente rimangono più di due o tre mesi nello stesso appartamento. Sembra, inoltre, che le ragazze controllate riescano a fare ‘carriera’ nel giro di pochi mesi”

Tratto da “Altre donne” (2006) di E. Abbatecola